Quali sono gli alimenti ricchi di zinco

Quali sono gli alimenti ricchi di zinco

Posted On Ottobre 2, 2022

Quali sono gli alimenti ricchi di zinco

Vuoi conoscere gli alimenti che contengono zinco ? Allora, andiamo subito al sodo ed ecco una breve panoramica di quali sono gli alimenti ricchi di zinco è perchè servono al nostro corpo.

Proprietà dello zinco

Lo zinco è un minerale importante per la salute dell’organismo, in particolare per il corretto funzionamento degli ormoni e dell’insulina, ormoni sessuali e ormone della crescita, ma anche per la vista, l’olfatto e la memoria, essendo implicato nel funzionamento degli organi di senso e del cervello.

Negli uomini, lo zinco è un elemento importante per la produzione di sperma. L’organismo ne contiene generalmente da 1,4 a 2,5 grammi, immagazzinati per lo più nei globuli rossi e bianchi e nei muscoli.

Cos’è lo zinco e a cosa serve

Lo zinco è un minerale molto importante per la nostra salute. In particolare, si tratta di un microelemento che svolge un ruolo fondamentale nella sintesi di enzimi e proteine implicati nel funzionamento del metabolismo e del sistema ormonale.

Tra questi ci sono:

  • Funzionamento del sistema ormonale (tra cui ormoni come l’insulina e quelli sessuali maschili e femminili): lo zinco è un alleato per la fertilità e la salute sessuale. In particolare stimola la produzione di testosterone e la formazione dello sperma.
  • Gestione del metabolismo e del livello di insulina nel sangue.
  • Crescita corporea (fondamentale per le donne in gravidanza e i bambini).
  • Protezione delle membrane cellulari.
  • Sintesi del DNA.
  • Rafforzamento delle difese naturali.
  • Protezione della salute della pelle e degli organi genitali.
  • Regolazione degli enzimi implicati nella respirazione cellulare e degli antiossidanti.
  • Corretto funzionamento del sistema nervoso.

Sono circa 2 i grammi di zinco presenti nel nostro organismo. In particolare nei muscoli, ossa, pelle, fegato e capelli. È una piccola scorta, ma che non è disponibile in caso di necessità, pertanto è necessario assumere zinco quotidianamente nella dieta. 

Secondo la Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU), i livelli di assunzione raccomandati per un uomo adulto sono circa 12 mg, mentre per le donne circa 9 mg, quantità raccomandata anche per i bambini.

Durante la gravidanza e l’allattamento, la quantità giornaliera aumenta (circa 11-12 mg), poiché lo zinco è un micronutriente indispensabile nella crescita e nello sviluppo del feto.

Ciò che conta è seguire un regime alimentare sano e bilanciato per assicurarsi il corretto apporto di zinco.

La classifica degli alimenti ricchi di zinco

Gli alimenti ricchi di zinco non sono pochi. In particolare, lo zinco si trova nel pesce, nella carne rossa, nel fegato, cereali, formaggi, legumi e in alcuni semi (di sesamo e zucca).

Tuttavia è importante evidenziare che il nostro organismo riesce ad assorbirne circa il 20-30% e quello presente negli alimenti vegetali è difficilmente assimilabile.  

Inoltre, va specificato che i fitati, presenti soprattutto in legumi e cereali, riducono la biodisponibilità di questo minerale. Sono inoltre sostanze sensibili al calore e alla fermentazione

1 – Ostriche 

Appartengono alla famiglia dei molluschi e sono un alimento molto pregiato sia dal punto di vista nutrizionale, sia economico. Si trovano allo stato naturale o coltivate, ma è molto importante che la provenienza sia sicura, che siano fresche e di qualità, per evitare il rischio di intossicazione, soprattutto se si consumano crude. Si acquistano ancora vive e il loro profumo deve ricordare il mare, come tutto il pesce fresco. 

Apportano solo 69 kcal per 100 g e contengono soprattutto proteine e pochi grassi. Tuttavia i loro 30 mg di colesterolo le rendono un alimento da consumare con moderazione. 

È l’alimento che contiene più zinco (39.3 mg/100 g), ma è ricco anche di vitamina B3, fosforo, ferro e potassio.

Non è quindi un caso se si attribuiscono alle ostriche proprietà afrodisiache: la buona quantità di zinco, infatti, favorisce la funzione sessuale sia negli uomini, sia nelle donne, la maturazione dello sperma e la corretta funzionalità degli ormoni riproduttivi. 

2 – Germe di grano

Il germe di grano è un’ottima fonte di sostanze nutritive come aminoacidi, acidi grassi, sali minerali e vitamine. Tuttavia l’eliminazione della parte esterna del grano per la raffinazione toglie alla farina di frumento la maggior parte delle fibre e degli altri micronutrienti.

È meglio quindi consumare cereali integrali, come consigliano i nutrizionisti, dove il chicco di grano è lavorato intero. 

In commercio il germe di grano si trova in polvere e si può aggiungere nei frullati, allo yogurt o alle insalate. 

3 – Fegato 

Con 12 mg/100 g di zinco, il fegato di bovino è una buona fonte di questo minerale, nonché di altri sali minerali e vitamine. In particolare, contiene proteine, pochi carboidrati e vitamine come la A (implicata nella vista e nella funzione riproduttiva), gruppo B (soprattutto B9 o folati e B12) e vitamina D che favorisce il funzionamento del sistema immunitario e del metabolismo del tessuto osseo.

È poi molto ricco di ferro, fosforo (importante per la salute delle ossa) e selenio (necessario per la funzionalità della tiroide). 

4 – Grana padano 

Con 11 mg/100 g di zinco, il grana padano è tra i formaggi più ricchi di questo minerale.

È un alimento tipico della nostra tradizione ed è naturalmente privo di lattosio, quindi adatto per chi è intollerante a questo zucchero. Le sue proteine sono per la maggior parte ad alto valore biologico e apportano tutti gli aminoacidi essenziali.

È ricco di sali minerali, soprattutto calcio; 25 g di Grana Padano soddisfano il 30% del fabbisogno quotidiano, per un adulto, di calcio, fosforo e zinco, ma anche di vitamina B12, B2 e di vitamina A.

La vitamina B12 svolge un ruolo fondamentale nella maturazione dei globuli rossi e per la salute del sistema nervoso. La vitamina A, invece, aumenta l’acutezza visiva e, come lo zinco e il selenio, svolge un’importante azione antiossidante.

5 – Semi di zucca tostati e semi di sesamo

Sono semi con un buon contenuto di zinco, ma anche di altri minerali come magnesio, fosforo, ferro e selenio. Sono anche fonte di folati (vitamina B9) e vitamina E. In particolare, i semi di zucca tostati contengono 10.3 mg/100 g di zinco e i semi di sesamo 10.7 mg. 

Si possono consumare in tanti modi, come spuntino mattutino o pomeridiano, nelle insalate o per arricchire pane, biscotti e focacce fatti in casa. Dai semi di sesamo, inoltre, si può ottenere una farina degna sostituta del grano con la quale preparare ottimi dolci.

I semi di sesamo poi sono una buona fonte di proteine vegetali: ben il 18%. Questo li rende preziosi, soprattutto in una dieta vegetariana.

Invece, i semi di zucca sono un’ottima fonte di energia, da mangiare tostati, come snack o per condire insalate, verdure e zuppe. 

Hanno buone proprietà antinfiammatorie, infatti, si usano in fitoterapia per prevenire o curare l’infiammazione della prostata. Sono inoltre ottimi alleati per contrastare lo stress, alleviare stipsi, meteorismo e gonfiore addominale. 

Come tutti i semi e la frutta secca, hanno l’unico svantaggio di essere abbastanza calorici, quindi se si è dieta, è meglio consumarli con moderazione, senza superare i 20 g al giorno.

6 – Alimenti ricchi di zinco: anacardi 

Con i loro 6 mg/100 g di zinco, gli anacardi sono anche un’ottima fonte di omega-9, un grasso “buono” che aiuta a ridurre il colesterolo, i trigliceridi alti e diminuisce il rischio di malattie cardiache e ictus.

Inoltre, insieme al triptofano, carboidrati, vitamine del gruppo B e ferro sono alimenti utili per favorire il buonumore e allontanare l’ansia.

Anche se come tutta la frutta a guscio sono piuttosto calorici, sono perfetti come snack spezza-fame, uno spuntino gustoso e nutriente.

7 – Alimenti ricchi di zinco: polpo 

Il polpo è un’ottima fonte di vitamine e sali minerali, con 5,1 mg/100 g di zinco. Il suo basso contenuto in grassi lo rende poi ideale per perdere peso, ma contiene meno proteine rispetto ad altri pesci.

Tra i minerali spiccano fosforo e calcio (per la salute delle ossa e dei denti), potassio (alleato della pressione sanguigna) e il selenio (per il funzionamento degli antiossidanti cellulari).

Tra le vitamine, sono ben rappresentate la A (necessaria per la vista, sviluppo delle ossa e crescita dei denti), la B12 (essenziale nella produzione dei globuli rossi) e la vitamina C (con proprietà antiossidanti e di potenziamento del sistema difese immunitario).

8 – Carne di manzo 

Nel bovino adulto lo zinco è ben rappresentato (5 mg/100 g) insieme ad altri minerali come potassio, fosforo, selenio.

Come tutta la carne rossa, è ricca di nutrienti subito assimilabili dal nostro organismo.

Troviamo proteine ad alto valore biologico, con tutti gli amminoacidi essenziali, e le vitamine del gruppo B. È anche un alimento prezioso nelle diete dimagranti, poiché aiuta a perdere peso, bruciando i grassi senza intaccare la massa muscolare magra.

Tuttavia è bene moderarne il consumo, alternando con carni bianche e pesce. 

9 – Alimenti ricchi di zinco: fagioli 

I legumi assicurano un buon apporto di zinco, ma sono i fagioli (3.4 mg/100 g) ad averne di più. Tra questi spiccano gli azuki, quelli giacinto, borlotti e cannellini. Sono alimenti ricchi di importanti proprietà nutrizionali tra cui spiccano proteine, potassio, fosforo, magnesio e calcio, vitamine del gruppo B, C e A. 

Non è un caso che pasta e fagioli, uno dei piatti tradizionali della nostra cucina, è uno dei cibi più completi a livello nutrizionale poiché associa le proprietà dei legumi e dei cereali creando un mix perfetto, anche dal punto di vista proteico. 

I legumi sono quindi un’importante fonte di proteine vegetali, fibre e sali minerali, con poche calorie e pochi grassi, per lo più “buoni”. Mangiarli abitualmente può ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, diabete, obesità e sindrome metabolica.

Per questo motivo un’alimentazione sana, equilibrata e varia dovrebbe includere regolarmente il consumo di legumi.

10 – Sardine

Con 3.9 mg di zinco per 100 g rientrano, a pieno titolo, tra i primi dieci alimenti più ricchi di zinco anche le sardine. 

Buone ed economiche fanno parte della famiglia del “pesce azzurro”, cioè quei pesci che hanno il dorso di colore blu e il ventre argenteo. 

Sono ricche di acidi grassi e omega-3 che riducono i livelli di trigliceridi e di colesterolo nel sangue, soprattutto quello “cattivo”. Proteggono quindi la salute del cuore e dei vasi sanguigni.

Hanno proprietà antinfiammatorie, sono importanti per lo sviluppo cerebrale e prevengono le malattie cardiovascolari. Forniscono anche un buon apporto di vitamina E, del gruppo B e sali minerali come calcio, ferro, selenio, fosforo e iodio.

La carne della sardina è morbida e saporita ma è meglio non usare cotture ad alte temperature (come la frittura) per non perdere gli omega 3 e altri nutrienti che si disperdono con il calore.

Ultimi Post

Come iniziare a praticare yoga

Come iniziare a praticare yoga

Come iniziare a praticare yoga In questo articolo vogliamo darti dei consigli su come iniziare a praticare yoga, infatti, se stai leggendo questo articolo, probabilmente stai pensando di fare un corso di yoga oppure vuoi iniziare a fare yoga da solo per poi valutare...

4 Consigli per fare Yoga

4 Consigli per fare Yoga

4 Consigli per fare Yoga In questo articolo andiamo a descrivere 4 consigli per fare yoga e riteniamo che migliorare la propria pratica significhi evolvere in un percorso fisico, mentale e spirituale da un determinato punto, che potrebbe essere "la mia condizione di...

15 Minuti di esercizi da fare a casa

15 Minuti di esercizi da fare a casa

15 Minuti di esercizi da fare a casa Vuoi allenarti a casa ? Hai poco tempo ? Allora, eccoti 15 minuti di esercizi da fare a casa quasi tutti i giorni per avere un corpo allenato e stare bene fisicamente, mentalmente e lavorare anche di più! Conoscere una buona...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *