Rimedi per il gonfiore addominale

RIMEDI PER IL GONFIORE ADDOMINALE

Posted On Dicembre 13, 2022

Rimedi per il gonfiore addominale

Quali sono invece le cure e i rimedi per eliminare i disturbi e i dolori addominali? Esistono rimedi naturali per combattere il reflusso gastroesofageo? Sì, allora vediamo insieme quelli più importanti.

Oltre a seguire uno stile di vita equilibrato costituito da una sana e corretta alimentazione e a una costante attività sportiva che comprende anche lo yoga, ci sono altri rimedi per ottenere una pancia piatta ed evitare i fastidiosi disturbi legati al gonfiore addominale e del ventre dolorante.

Esistono erbe molto efficaci, definite carminative, che hanno un elevato potere sgonfiante perché riescono a ridurre la presenza di gas nella pancia e aiutano a produrre meno aria, evitando l’innescarsi di processi fermentativi. Queste erbe sono rientrano anche tra gli ingredienti maggiormente usati in cucina.

Si tratta di erbe di cui non si deve fare troppa incetta, perché se da un lato fanno bene dall’altro possono causare dei disturbi importanti nella flora intestinale. In alcuni negozi, anche supermercati, vengono vendute in formato di integratori alimentari, che hanno lo stesso potere dei lassativi; pertanto, se ne consiglia un utilizzo moderato e sotto prescrizione del medico.

Molto adatti a ridurre il gonfiore addominale sono l’anice, il cumino, il finocchio e la menta. Queste erbe si trovano facilmente anche in comode capsule che possono essere assunte durante la giornata. In erboristeria, inoltre, le troverete in preparati per tisane che potrete far bollire per qualche minuto e sorseggiare comodamente quando e dove volete.

Oltre al cibo, è risaputo che il gonfiore addominale, come pure altri sintomi come la cefalea e il respiro corto, possono essere provocati dall’ansia. In questo caso, sarà indicata una tisana a base di melissa, fiori di arancio, di lavanda o una tisana di zenzero. Se avete modo di acquistare anche dell’olio essenziale di lavanda, in quel caso cospargetene qualche goccia all’interno della vostra vasca e concedetevi un bel bagno. Oppure posizionate qualche goccia di lavanda sull’addome e massaggiatelo.

Le tisane per il gonfiore alla pancia

Anche la camomilla matricaria è molto utile in caso gonfiori, nausea, crampi addominali e spasmi gastrici. Infatti, riesce a drenare l’intestino, ne favorisce la corretta motilità e contrasta l’infiammazione delle mucose.

Un’altra tisana adatta a combattere il gonfiore addominale è a base di semi di finocchio, menta e mirtillo. Il finocchio, come già anticipato, è un valido antifermentativo, la menta favorisce la digestione e il mirtillo ha un’azione antibatterica.

Queste tisane sono indicate dopo il pasto, sia all’ora di pranzo che dopo cena. Vi basterà versare in una tazza la giusta quantità di acqua bollente e lasciare in infusione 1 cucchiaio delle tre erbe miscelate insieme per circa 5-7 minuti. Se vi piacciono le tisane dal gusto dolce, potrete dolcificare la vostra con 1 cucchiaino di sciroppo d’acero o con la stessa quantità di miele d’acacia.

Un altro consiglio valido per mantenere un addome piatto e per purificare l’organismo è bere molta acqua lontano dai pasti. Assumere troppa acqua durante i pasti a pranzo o a cena, infatti, comporta e aumenta una diluizione eccessiva dei succhi gastrici che prolunga la digestione e crea gonfiore. Dunque, cercate di bere almeno 1,5 l di acqua al giorno per eliminare le tossine. Se volete ottenere un effetto detox, cominciate con il bere, prima della colazione, un bicchiere di acqua tiepida con il succo filtrato di ½ limone. Potrete aggiungere al bicchiere di acqua tiepida e limone, anche un po’ di zenzero, magari grattugiando direttamente la radice nel bicchiere, oppure un pizzico di bicarbonato di sodio.

Buono anche da gustare a metà pomeriggio, un succo con effetti particolarmente drenanti si prepara con pompelmo rosa, limone e lime. Per aggiungere ancora più efficacia all’attività depurativa del succo, potrete aggiungere anche 1 kiwi e preparare un gustoso frullato. Diluito con poca acqua minerale naturale, può essere addolcito con 1 cucchiaino di succo di mela.

Altri rimedi per il gonfiore all’addome

Un altro rimedio per combattere il gonfiore addominale è l’inulina, una fibra che stimola la crescita di alcuni batteri intestinali buoni già presenti nell’organismo. Fortunatamente, è possibile trovare l’inulina in natura: è infatti molto presente in alcune verdure e negli ortaggi, ma si può anche prendere sotto forma di integratore.

L’inulina, che fa parte dei carboidrati, è uno zucchero composto da lunghe catene di fruttosio e aiuta a smaltire le calorie. Presente soprattutto nei cibi vegetali e in particolar modo nelle radici e nei tuberi, l’inulina è contenuta anche nelle insalate e soprattutto nel radicchio. Se siete amanti delle verdure quindi non fatevi mai mancare in tavola un buon piatto di insalata. Inoltre l’insalata è ottima perché contiene al suo interno molta acqua, ideale per rendere morbide le feci e aiutarvi nella normale regolarità intestinale.

Il nostro intestino è popolato anche da batteri brucia grassi che appartengono al gruppo dei Bacteriodes e aiutano l’organismo a perdere peso in maniera efficace e veloce. Si tratta infatti di batteri che si nutrono di fibre e, in particolare, di inulina e che accelerano il metabolismo permettendo di bruciare più grassi e calorie.

Se non siete amanti di frutta e verdura potrete facilmente assumere inulina attraverso comode capsule che si trovano in erboristeria o in farmacia. L’inulina che trovate in commercio vene generalmente estratta dalle radici di cicoria e non ha nessun tipo di controindicazione. Per coadiuvare l’azione dell’inulina potete assumere anche i fermenti lattici, scegliendo quelli che contengono ceppi di lactobacilli e bifidobatteri in grandi quantità. In genere, queste capsule si assumono una volta al giorno, a stomaco vuoto, e il momento ideale è sicuramente al mattino prima della colazione.

Un altro metodo per contrastare i disturbi dell’intestino è l’uso dell’olio extravergine d’oliva di alta qualità. Inserito tra gli ingredienti dei vostri piatti, usato a crudo su verdure, carne, pesce o insalate, può anche essere consumato a digiuno la mattina: prendetene 1 cucchiaio al giorno prima di fare colazione. Del resto, tra le usanze consolidate nei bambini di una volta vi era l’assunzione dell’olio di ricino al mattino non appena svegli. Adesso questa usanza è stata superata e l’olio di ricino viene adoperato soprattutto in ambito cosmetico per infoltire ciglia e sopracciglia.

Direttamente collegata all’alimentazione, un’altra soluzione per prevenire il gonfiore o bruciore addominale è il modo di masticare. Si sa, la prima digestione avviene in bocca, dunque la maniera scorretta di masticare potrebbe essere una delle cause principali del vostro gonfiore. Per assicurarvi una corretta predigestione del cibo ed evitare eventuali dolori addominali, flatulenza o meteorismo intestinale, vi consigliamo di masticare senza fretta dalle venti alle quaranta volte per boccone. In questa maniera, la lunga masticazione aumenterà anche il senso di sazietà che, inevitabilmente, inciderà positivamente sul mantenimento del giusto peso.

Cercate quindi di mangiare lentamente, con gusto e masticando a fondo: in questo modo lo stomaco si affaticherà molto meno. La lenta masticazione provoca la produzione di saliva che permette di digerire il cibo e visto che una delle cause del gonfiore addominale è l’ingestione di aria, masticando piano eviterete anche questo problema.

Legato al problema della masticazione è l’assunzione di troppa aria nella pancia mentre si mangia. Aprendo la bocca in maniera errata verrà ingerita una grande quantità di aria che finirà nella vostra pancia creandovi il gonfiore. Altre cause della stessa entità sono il masticare chewing-gum o fumare sigarette. Per tanto eliminate queste cattive abitudini che non fanno bene alla vostra salute.

Tra i rimedi per combattere il gonfiore addominale o come sistema di prevenzione c’è anche il carbone, un preparato ottenuto dalla distillazione secca di alcuni vegetali. Il carbone, composto per lo più da betulla e tiglio, tra le sue funzionalità, riesce ad assorbire i gas intestinali, garantisce una elevata idratazione e favorisce lo smaltimento delle tossine. Potete assumere fino a 4 compresse di carbone vegetale al giorno, subito dopo i pasti: vi accorgerete della immediata espulsione dell’aria in eccesso. Tuttavia, è fortemente sconsigliato assumere il carbone vegetale se si stanno seguendo terapie farmacologiche perché i suoi principi attivi ne inibirebbero l’assorbimento da parte dell’organismo. Chiedete quindi prima consiglio al vostro medico di fiducia.

Oltre all’attività sportiva e al fitness, vi consigliamo di ricorrere sempre a una breve passeggiata subito dopo i pasti, la quale favorisce distensione e rilassamento. Vi basteranno circa 20 minuti di camminata per ridurre drasticamente il rischio di gonfiore addominale, riducendo anche i grassi accumulati. Tra gli sport più indicati si sottolinea l’importanza dello yoga o del pilates. Entrambe discipline che richiedono meditazione e che conducono il corpo a un benessere psicofisico.

Infine, il gonfiore addominale può essere il segnale di un’alterazione della flora intestinale che ha perso le sue naturali difese, ovvero i probiotici, dei microrganismi naturalmente presenti nel nostro corpo che hanno la capacità di resistere all’acido gastrico e che possono modulare l’equilibrio della flora batterica intestinale e di conseguenza potenziarne le difese immunitarie.

È quindi importante mantenere un buon equilibrio intestinale acquisendo la sana abitudine di consumare in modo regolare uno yogurt al giorno.

Ultimi Post

I migliori esercizi per gli addominali obliqui

I migliori esercizi per gli addominali obliqui

È cosa universalmente riconosciuta che “gli addominali si fanno a tavola”, ovvero che i muscoli addominali diventano visibili solo se lo strato di massa grassa nella zona addominale è abbastanza sottile da farli emergere.  Tuttavia, ciò non vuol dire che si devono...

Vantaggi e svantaggi degli alimenti biologici

Vantaggi e svantaggi degli alimenti biologici

Negli ultimi anni il mercato degli alimenti biologici sta crescendo in maniera esponenziale e si moltiplica, sia fra gli utenti che i consumatori, la voglia di acquistare e consumare solamente prodotti certificati al fine di preservare la salute dei propri familiari....

Cibi che sgonfiano la pancia

Cibi che sgonfiano la pancia

Cibi che sgonfiano la pancia Vuoi consigli sui cibi che sgonfiano la pancia ? Ok, andiamo subito al sodo e descriviamoli in questa lista di cibi che sgonfiano la pancia con alcuni consigli pratici per prevenire quegli odiosi gonfiori al basso ventre. La buona notizia...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *